Trincee e fortificazioni Lago di Garda  

Forti del Garda

Fortificazioni, trincee, percorsi della Grande Guerra nel Parco Alto Garda Bresciano

Le postazioni, le strade, la storia.
Nuovi percorsi guidati per il Centenario della Grande Guerra
realizzati con i finanziamenti di Regione Lombardia
Info qui

 

 
 
Mappe, tracce GPS, immagini georeferenziate. Panorami e percorsi di visita: cosa vedere, dove mangiare, dove alloggiare.
Cerca nel sito 
 
<< Previous    [1]  2  3  4    Next >>

Forti del Garda: le trincee dimenticate della Grande Guerra sul Garda.

Censimento, mappatura, fotodocumentazione delle strutture fortificate della I Guerra Mondiale nel Parco Alto Garda Bresciano.

Il progetto ha completato la quasi totalità della ricerca e mappatura sistematica e dettagliata, sul territorio del Parco Alto Garda Bresciano, delle linee fortificate, le strutture di appoggio lgistico e della viabilità militare realizzate nella Prima Guerra Mondiale. Si tratta di molte decine di chilometri di trincee, camminamenti, postazioni, rifugi e forti in caverna, dislocati sui crinali del Parco e connessi da una capillare rete di sentieri di arroccamento, mulattiere, strade militari realizzate nel quadro di un complesso allestimento difensivo.

Lo stato di avanzamento del censimento (a maggio 2014) è approssimativamente dell'90% delle linee fortificate, come visibile nella mappa del territorio del Parco Alto Garda Bresciano:

 Censimento fortificazioni Grande Guerra

I numeri della ricerca: sono stati rilevati e censiti approssimativamente

  •  850 tratti di trincea (lunghezze tra 3-4 metri e 800m) e 160 camminamenti
  • 550 postazioni di fuoco (per cannone, mortaio o mitragliatrice), da aggiungersi alle postazioni dislocate lungo le trincee.
  • Circa 440 ricoveri o appostamenti in roccia
  • 1300 tratti di viabilità (piccoli sentieri di collegamento, sentieri e mulattiere di arroccamento e strade di origine militare), molti dei quali oggi dimenticati dalla cartografia.
  • 725 spianamenti o aree logistiche (per baraccamenti, riservette, zone tendate...)
  • 170 edifici o ruderi in muratura o pietrame attribuibili a manufatti di origine e impiego bellico.

Questi manufatti costituiscono un rilevante patrimonio storico, non sfruttato e non protetto, che rischia di essere dimenticato a causa del progressivo degrado: la maggior parte dei sentieri non è inserita nella rete sentieristica del Parco, non è documentata in modo organico né presente nella cartografia e risulta poco fruibile a causa dell'assenza di segnaletica sul terreno e della progressiva rinaturalizzazione dei siti.

I risultati del progetto (qui lo stato corrente del censimento) costituiranno una notevole attrazione turistica, legata all'interesse storico dei manufatti, alla loro ubicazione altamente panoramica sui crinali più belli del parco ed alla presenza di una capillare rete di sentieri, anche ciclabili. Debitamente promossi e segnalati, attrarrebbero trekkers e ciclisti interessati sia all'aspetto storico che paesaggistico.

Il 2014 vedrà l'inizio di un quinquennio di commemorazioni mondiali in occasione del Centenario della Grande Guerra, occasione di valorizzazione e recupero per la quale molti comprensori hanno attivato da anni progetti ormai in fase di completamento, spesso finanziati da Stato e Regioni: purtroppo al momento nessuna iniziativa sembra in atto in Alto Garda.

Obiettivi di Forti del Garda:

  • Ambientale - Tutela, recupero e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e della viabilità.
  • Storico - le vicende belliche, l'impostazione strategica e la progettazione tecnica militare.
  • Turistico - promozione e sviluppo del flusso turistico e fruizione di aree marginali del territorio.
  • Economico locale - promozione di attività produttive, ricettive, culturali ed occupazionali dell'area.

 Forti del Garda intende realizzare e produrre:

  • Libro-guida con itinerari, mappe, inquadramento storico, descrizione di siti e percorsi, informazioni turistiche e ricettive.
  • Cartografia dettagliata (cartacea e digitale) delle installazioni militari e della viabilità di collegamento.
  • Sito web (www.fortidelgarda.it e www.gardafestung.it) di supporto con notizie aggiornate, download di tracce GPS, ecommerce dei prodotti editoriali, promozione e contatto con realtà ricettive locali
  • Database GIS (mappa georeferenziata) di tutte le rilevazioni.
  • Eventi culturali e turistici (presentazioni, convegni, rievocazioni storiche)
  • Manifestazioni sportive (ad es. Biathlon dei Forti)
  • Entità museale diffusa sul territorio (con eventuale ripristino e messa in sicurezza di alcuni manufatti, tratti di fortificazioni, sentieri).

Forti del Garda auspica e sta attivando il coinvolgimento di istituzioni e realtà locali che possano interagire per le rispettive competenze e contribuire alla realizzazione di un progeto coordinato e condiviso mediante integrazioni, patrocini e sponsorizzazioni. Forti del Garda propone ad esempio l'integrazione delle rilevazioni della viabilità militare con la cartografia dei sentieri del Parco, affiancando una rete segnaletica dedicata ai manufatti militari.

Supporta il progetto: acquistando le guide illustrate alla visita delle postazioni.

Scarica qui la presentazione di progetto.

<< Previous    [1]  2  3  4    Next >>